0:00

Valeria Straneo: Guardando lontano

Pubblicato il 17/03/2017

L’impegno nel mondo accademico, l’insegnamento, le sfide quotidiane della maternità: Valeria Straneo  riesce a diventare una maratoneta professionista soltanto all’età di quarant’anni. Ma non sa che la sua sfida più grande deve ancora arrivare.

Mentre si sta allenando, nel 2010, Valeria si sente all’improvviso sempre più stremata. Bastano poche analisi per scoprire la causa della sua stanchezza cronica: la sua milza cresce in maniera smisurata, distruggendole a poco a poco tutti i globuli rossi. Soltanto un intervento chirurgico può salvarle la vita. E dopo l’intervento la parte ancora più dura: il regime post-operatorio, rigoroso e faticoso. Nonostante ciò, Valeria non si arrende.



Da quel momento Valeria si impegna duramente e si guadagna un posto nel team olimpico, qualificandosi con il record italiano. Poi altri traguardi importantissimi per la sua carriera: l’ottavo posto alle Olimpiadi di Londra e la partecipazione ai Giochi Olimpici di Rio 2016, dove si è qualificata undicesima. Nulla avrebbe potuto separarla dal suo sogno, Valeria ce l’ha fatta!

Stiamo utilizzando i cookies per fornirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando ad utilizzare il nostro sito web senza modificare le impostazioni, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
Continua